"Il caso ha dominato la mia vita. Il destino mi ha fatto incontrare i miei più grandi amori: le farfalle, mia moglie e la Colombia". Solo su redpoppies.

A 12 anni ho visto la prima farfalla imbalsamata. E' stata una folgorazione. Da quel momento è iniziata la mia avventura. A 14 anni avevo già un mestiere tra le mani e da allora non ho più smesso"

"Camminando su Ponte Vecchio ho conosciuto un giornalista che mi ha parlato di un frate. Questi vendendo farfalle sosteneva una missione in Africa. Quell'incontro, del tutto fortuito, mi ha perto un m

"In Colombia ci sono bambini che non hanno mai visto una farfalla, è in campo un progetto per portarne la conoscenza nelle scuole"

Giovanni Cherubini, www.zoonaturaltda.com
Giovanni Cherubini, www.zoonaturaltda.com

Da Firenze a Bogotà, Giovanni Cherubini, ha trovato il modo per sottrarre numerose famiglie colombiane alla coltivazione della droga e alla pratica del disboscamento.  Allevare farfalle è l'alternativa che adesso, grazie a lui, molte persone hanno per sopravvivere facendo anche qualcosa che aiuta il meraviglioso ambiente in cui vivono. E' stato chiamato "Zoonatura" il parco dove 20 famiglie colombiane vivono e lavorano allevando farfalle. In particolare la Marphacitrys, la farfalla blu tipica della Colombia, diventato un simbolo di riscatto e di rinascita per una popolazione afflitta dalla disoccupazione e dalla povertà. La Colombia: un ambiente culturalmente e geograficamente lontano  dall'Italia, una società divisa in classi ed un'economia in cui la droga è stata per molti anni principale fonte di ricchezza del paese. Come è venuto in mente a Giovanni Cherubini di localizzare proprio li la sua attività sfidando la natura e la morte? Ogni qual volta deve raggiungere l'allevamento che dista ben sei ore da Bogotà (dove Giovanni vive con la sua famiglia) deve attraversare una vegetazione rigogliosa ma quasi senza strade, piccoli sentieri che costeggiano precipizi, insetti e serpenti velenosi, per non parlare della guerriglia.  Eppure, a guardarlo, Giovanni è un uomo distinto e pacato tutto il contrario di Crocodile Dundee: niente coltellacci al seguito, solo due occhialini da notabile. Per cercare di capirlo ci facciamo raccontare la sua storia. Aveva 12 anni quando ha visto per la prima volta una farfalla imbalsamata provando una curiosità che lo ha portato ad investire la sua vita nella cura, allevamento e commercializzazione di farfalle. "Da piccolo seguivo mio padre quando andava a caccia per i campi a vicino a Firenze. Una volta catturati alcuni esemplari di uccelli li portava da un signore che li imbalsamava. Si trattava di un professionista, ovvero un imbalsamatore del museo della Specola di Firenze. E' stato li che ho visto per la prima volta una farfalla chiusa in un quadretto di vetro. Sono rimasto affascinato. Da quel momento ho iniziato a fare una cosa che sarebbe diventata da li a breve un mestiere: prendevo le farfalle morte, gli aprivo le ali e poi le consegnavo a questo imbalsamatore che le sigillava in un quadretto di vetro pronte per essere vendute.  Lavoravo più di 100 farfalle a settimana. Guadagnavo bene, tanto che a 14 anni comprai il motorino con i miei risparmi". Giovanni Cherubini da adolescente aveva già trovato un lavoro da coniugare con lo studio. Una formazione fondamentale che lo ha portato ad essere indipendente ed accrescere doti da imprenditore in una Firenze che negli anni 70 era una città ricca di artigiani. "All'epoca era normale vendere animali o insetti imbalsamati. La richiesta era notevole. Ero uno dei pochi a Firenze a saper fare questo mestiere di imbalsamare le farfalle. Nel 1979 mi iscrissi come artigiano alla camera di commercio fiorentina ed iniziai a partecipare alle fiere." Giovanni Cherubini era l'unico in Italia a commercializzare farfalle e altri insetti. Nel 1989 importava crisalidi da Taiwan e le rivendeva in Italia. Un giorno, per caso, camminando su Ponte Vecchio conobbe un giornalista che aveva girato tutto il mondo. In Africa aveva conosciuto un frate che con la commercializzazione delle farfalle riusciva a sostenere una missione. E' stato cosi per caso che Giovanni è entrato in contatto con questo frate che gli ha aperto una finestra sul mondo. Nel giro di poco aveva raggiunto una serie di contatti che lo avevano connesso con diverse parti dell'emisfero attraverso l'ìimportazione di farfalle particolarissime e richieste sul mercato italiano e non solo. Un business che lo ha portato ad acquistare un piccolo appartamento in centro a Firenze.

Paliano. Giovanni Cherubini e Donatella Di Cola
Paliano. Giovanni Cherubini e Donatella Di Cola

E' stato l'incontro fortuito con Sandra Correa, sua futura moglie, ad imprimere un'accellerazione all'attività. Giovanni conosce Sandra nel 1987 ad un party. "Mi invitarono a questa festa ed io ero indeciso se andarci o meno. Poi alla fine sono andato.  Se non avessi accettato quell'invito non l'avrei conosciuta. E' stato un caso". Giovanni grazie anche alle conoscenze della moglie colombiana aumentò i contatti cominciando ad importare insetti rari proprio dalla Colombia. Insieme agli insetti Giovanni e la moglie iniziarono a creare un ponte tra la Colombia e l'Italia importando anche l'artigianato locale. Attività che di li a poco si sarebbe rivelata un successo. La Colombia negli anni 70- 80 era un luogo dimenticato dai turisti a causa del periodo del terrore causato dal noto criminale Pablo Escobar Gaviria a capo di uno dei cartelli della droga. Ma Giovanni senza alcun timore si trasferisce a Bogotà. "Nel 1994 ho preso la residenza in Colombia, affascinato dalla cultura precolombiana, abbiamo realizzato anche una mostra a Firenze. In quell'occasione ho conosciuto persone con le quali ho collaborato creando una società. Ho iniziato ad importare in Colombia manufatti in legno come le cornici, ad esempio, e macchinari per lavorare il legno. Una novità per i colombiani". Nell'attività avviata da Giovanni, con la complicità della moglie, non è mancato mai il tempo da dedicare alla commercializzazione degli insetti fino a quando decide di mettere su Zoonatura. "Zoonatura nasce in principio non per le farfalle ma per allevare il Dynastes hercules, ovvero il coleottrero più grande del mondo. All'epoca la richiesta di questi insetti veniva dal Giappone dove ne esisteva "il culto". Per questi esemplari i giapponesi erano disposti a spendere molto denaro. Avevo affidato la raccolta del coleottero ad un giovane colombiano. L''80% degli esemplari proveniva da Otanche. E' stato proprio li che abbiamo deciso di allocare l'allevamento. Una zona impervia da raggiungere, in piena foresta, senza strade. La costruzione delle strutture necessarie per l'allevamento è avvenuto trasportando tutto il necessario con i muli. Le difficoltà ulteriori sono arrivate quando ci siamo scontrati con la burocrazia colombiana. I tempi di attesa erano lunghi e poi la metamorfosi di questo insetto dura 18 mesi. Un lasso di tempo durante il quale si restava bloccati. Motivo per cui si è deciso di allevare anche farfalle, tra le quali la Morpho ciprys, la farfalla blue tipica della colombia. Esemplari molto richiesti sul mercato internazionale." Le famiglie di Colombiani al servizio di Zoonatura assistono le larve dalla shiusa alle uova fino a quando il ciclo di vita le porta a diventare "pupa" [ndr Pupa: Poco prima dello sfarfallamento, il colore della farfalla adulta diventa vagamente visibile. L'involucro della pupa si fende e la farfalla comincia faticosamente ad uscire]. "Queste famiglie frequentano un corso per poter entrare a far parte di Zoonatura e lavorano sodo, si sono appassionate al mestiere. Loro spesso mi ringraziano per avergli dato questa oppurtunità, senza la quale per sopravvivere avrebbero dovuto coltivare droga o disboscare illegalmente per vendere il legname di contrabbando.  Zoonatura ha il merito di aver insegnato a queste famiglie il rispetto per l'ambiente in cui vivono. un progetto importante che stiamo facendo è quello di  portare la conoscenza degli insetti e delle farfalle nelle scuole. Ci sono bambini colombiani che non hanno mai visto una farfalla."   Il risvolto sociale dell'allevamento è stato quasi naturale. "La Colombia è un posto bellissimo dove la gente delle zone rurali vive con poco e non ha pretese. La presenza della criminalità è certamente un problema ma le persone ti seguono se hai una alternativa da offrire loro.  Stiamo cercando finanziamenti per mandare avanti la ricerca e lo studio delle specie endemiche equasi sconosciute di insetti di questa regione e per poter ampliare il numero delle famiglie che lavorano per Zoonatura. Siamo aperti a collaborare con studiosi e università interessati a fare ricerche nella zona offrendo il supporto logistico necessario.  Intanto grazie a Redpoppies Giovanni ha conosciuto Donatella Di Cola, l'allevatrice di Farfalle di Paliano. Una nuova opportunità per Cherubini che sa trasformare gli incontri casuali in vere e proprie occasioni di business. tamara.graziani@tin.it

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    sonia (giovedì, 09 agosto 2012 13:52)

    ciao mi chiamo Sonia e come te mi piaciono tantissimo le farfalle ma preferisco le falene. ho trovato nella maglia di mio marito una falena ancora viva, volevo sapere il modo migliore per conservarla.L'ho messa in una scatola di plastica e poi in congelatore

Area utenti: Attiva!

 

 

Frosinoneweb.net
Frosinoneweb.net

 

 

Ultimora. Schianto sulla superstrada, grave centauro

Castelliri. Incidente stradale sulla superstrada Frosinone - Sora nel primo pomeriggio. Grave un centauro elitrasportato a Latina con un codice rosso. Si tratta di un 25enne. Sul postogli agenti dlela polizia stradale per i rilievi e l'accertamento delle responsabilità. Secondo una prima ricostruzione sembra che abbia fatto tutto da solo perdendo il controllo del mezzo.

Il consiglio approva la Tares.Stangata per i cittadini pagabile in quattro rate

Il Consiglio Comunale di Frosinone, nella seduta di lunedì 16 settembre, su proposta dell’assessore alle Finanze e al Bilancio Riccardo Mastrangeli, ha approvato il nuovo regolamento per l’applicazione della tassa sui rifiuti e sui servizi (Tares) con relativo nuovo piano tariffario.

Spilabotte - Ottaviani e la "Questione femminile"

“Il comune di Frosinone continua a non contemplare né rispettare le pari opportunità: Sindaco, vice, assessori e capigruppo sono tutti uomini! Una situazione che si protrae da troppo tempo, predisporremo l’iter per il ricorso al Tar”. E' quanto dichiara la Senatrice Maria Spilabotte alla quale proprio non va giù ...

Lo show di Paolo Bonolis cerca concorrenti ciociari per vincere 100.000,00 €

AVANTI UN ALTRO, il game show condotto da Paolo Bonolis con Luca Laurentis cerca concorrenti anche in provincia di Frosinone.Lo show tornerà in onda dalla metà di Settembre e per quella data si cercano concorrenti: umonini e donne tra i 25 e 65. I requisiti importanti per...

 

 

 

 

 

 

free counters